La conversione in legge del decreto Sostegni ha previsto la proroga dei trattamenti di integrazione salariale per i datori di lavoro che riducono l’attività lavorativa per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Sono riconosciute 28 settimane di assegno ordinario e di cassa integrazione salariale in deroga da utilizzare tra il 1° aprile e il 31 dicembre 2021 (anche in tal caso non è dovuto alcun contributo addizionale).

Tuttavia per i datori di lavoro che accedono all’Assegno Ordinario e CIGD fino al 31 ottobre non sarà possibile procedere a licenziamenti collettivi ed è negata, indipendentemente dal numero dei dipendenti, la facoltà di recedere dal contratto per giustificato motivo oggettivo.

 

0
0
0
s2sdefault

lavoraconnoi2

Notizie

WEBINAR SU TERZO SETTORE E SUL RAPPORTO CONTROVERSO TRA CDL E PA

WEBINAR SU TERZO SETTORE E SUL RAPPORTO CONTROVERSO TRA CDL E PA

Webinar 30 settembre 2021 dalle ore 10.00 alle 12.00il Dot ...

GREEN PASS NUOVI OBBLIGHI SUI LUOGHI DI LAVORO

GREEN PASS NUOVI OBBLIGHI SUI LUOGHI DI LAVORO

Secondo quanto previsto dal decreto legge approvato dal Co ...

INFORMATIVA SUL BLOCCO LICENZIAMENTI

INFORMATIVA SUL BLOCCO LICENZIAMENTI

La conversione in legge del decreto Sostegni ha previsto l ...

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LE ATTIVITÀ DEL CENTRO STORICO

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LE ATTIVITÀ DEL CENTRO STORICO

  Dallo scorso 18 novembre è possibile ino ...

Questo sito o i servizi terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita' illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Non hai consentito l'uso dei cookies. Clicca per modificare.

Hai accettato l'utilizzo di cookies sul tuo computer. La decisione puo' essere revocata.